Concetto del Convegno

La trasformazione digitale permea ogni settore della vita della nostra società e, a partire dagli ultimi due decenni, ha cambiato radicalmente la convivenza sociale e la comunicazione. Ciò va di pari passo con le questioni relative alla comprensione linguistica e culturale e ai relativi scenari di apprendimento. Il simposio pone tali tematiche al centro del convegno.

  • Qual è il potenziale dei media e delle risorse digitali nell’ambito dell'apprendimento e dell'insegnamento delle lingue in contesti plurilingui e multiculturali?
  • Con quali modalità e in quali contesti di apprendimento - formale, informale, non formale - i media digitali vengono utilizzati per la comunicazione linguistico-culturale?
  • Quali sono le esperienze degli approcci comprovati dalla pratica nell'ambito dell’utilizzo delle risorse digitali per promuovere il plurilinguismo?
  • Quali sfide si pongono nell’ambito della formazione e del perfezionamento degli insegnanti e nel campo della ricerca e sviluppo?
  • Dove risiedono le sfide e i rischi della digitalizzazione dei contesti di insegnamento-apprendimento nel campo del plurilinguismo?

Gli organizzatori dell’evento sono le alte scuole pedagogiche dei cantoni Vallese, Grigioni e Ticino. Dal 2012, con il nome «Convegno sul plurilinguismo», i tre istituti organizzano ogni due anni un simposio specialistico sul tema del plurilinguismo. L'organizzazione e il coordinamento dell’evento dell’7 e 8 ottobre 2021 a Briga spetta all’Alta scuola pedagogica del Vallese.

L’obiettivo della conferenza è affrontare le succitate questioni attraverso contributi teorico-concettuali, empirici e basati sulla pratica e individuare, discutere e sondare le possibilità di sviluppo e promozione del plurilinguismo nel contesto della digitalizzazione.

Destinatari: il Convegno è rivolto a insegnanti e futuri insegnanti di tutti i gradi scolastici, docenti e collaboratori scientifici delle alte scuole universitarie. È inoltre rivolto ai responsabili di corsi e istituzioni nei settori delle lingue, ICT, interculturalità e affini.

Programma del convegno: sono comprese relazioni, brevi conferenze, workshop, stand con poster e anche occasioni di scambio informali. La conferenza dovrebbe offrire spazio per la discussione e le attività di rete. Accanto a specifici contributi scientifici e didattico-disciplinari, il programma sarà arricchito da specifici momenti culturali ed escursioni extra-muros.

I media digitali, gli approcci didattici, gli strumenti e i metodi costituiscono non solo il focus contenutistico del Convegno sulla promozione del plurilinguismo, ma sono una componente essenziale dello stesso.

Lingue del convegno: come per le precedenti edizioni, le lingue in cui viene condotto il convegno e in cui vanno presentati i contributi sono in linea di principio il tedesco, il francese, l'italiano e il romancio. Sono previste forme di supporto al plurilinguismo per agevolare le presentazioni (ad esempio, documentazione scritta in accompagnamento ai contributi orali in due lingue). Domande e interventi nei momenti di discussione possono essere poste in tedesco, francese, italiano e romancio.

Pubblicazione: Al termine del Convegno, i documenti della conferenza saranno raccolti e resi disponibili al pubblico interessato e ai professionisti del settore. È inoltre prevista la pubblicazione degli atti del Convegno in un numero dedicato della rivista Babylonia (2/2022).

logo HEPVS PHVS complet

logo SUPSI 60mm ITALIANO

PHGR Logo CMYK